Il Chiostro di Sant’Andrea

85298919Il Chiostro di Sant’Andrea è un vero e proprio gioiello della scultura romanica, si trova sopra piazza Dante, in mezzo ad altri due monumenti cittadini, la casa di Cristoforo Colombo e Porta Soprana. Il chiostro risale alla metà del XII secolo e faceva parte di un complesso monastico dell’ordine dei Benedettini costruito invece attorno all’anno 1000, che fu distrutto all’inizio del ‘900 quando iniziarono i lavori di ristrutturazione urbanistica della zona. Solamente il chiostro venne salvato e fu abbandonato nel complesso della chiesa di Sant’Agostino. Nel 1922 venne posizionato nel luogo dove attualmente si trova.

La struttura ha una semplice pianta rettangolare e in alzato è costituita da un breve basamento dal quale si ergono delle colonnine binate che sorreggono, tramite meravigliosi capitelli decorati in maniera ricca e varia, archi a ogiva. Il tutto in pietra grigia e marmo bianco, creando un meraviglioso e delicato gioco di colori e forme.kn

Le figure che arricchiscono i capitelli appartengono a un’iconografia sacra, ma semplice e rurale; infatti sono raffigurati esempi di vita agricola, animali, cervi, cani, acquile e agnelli, e infine decorazioni tratte dal mondo vegetale.  
DSC01486 DSC01482 DSC01479 DSC01474 DSC01468Questo Chiostro è veramente eccezionale, non soltanto per la sua estetica, ma perché adempie il suo compito, ossia offrire un riparo tranquillo e sereno dove le persone possono prendersi un attimo di pausa e meditazione, nonostante si trovi nel cuore urbano di Genova.DSC01471Vale veramente la pena prendere un attimo per sedersi tra le sue pietre, all’ombra degli ulivi che lo circondano, e godersi la vista dell’imponente Porta Soprana.

 

I commenti sono chiusi.